Kermesse Culturale “Storie di Donne” – Terza Edizione

Da alcuni anni, “Storie di Donne” la rassegna ideata e condotta dall’Associazione culturale “Occhio dell’Arte”, ha il merito di portare all’attenzione del pubblico e della comunicazione quelle donne, note o meno, che si sono distinte nel campo delle professioni e, con abilità e dedizione, hanno saputo portare un contributo rilevante alla società contemporanea. Donne del mondo dello spettacolo, imprenditrici, scrittrici, registe, attiviste e intellettuali si sono avvicendate sul palco della rassegna e hanno ritirato un premio prestigioso, conferito dall’Occhio dell’Arte in onore alla carriera professionale in cui si sono distinte. La terza edizione della kermesse, che si inaugurerà il prossimo 15 Novembre per la prima volta a Frosinone, con il Patrocinio della Città, è stata accolta con grande entusiasmo dall’Assessore alla Cultura, Spettacolo e Sport Valentina Sementilli, che dichiara: “Siamo onorati di ospitare nella meravigliosa Villa Comunale di Frosinone la terza edizione di “Storie di Donne”, progetto culturale ed intellettuale per omaggiare la donna, nelle sue varie accezioni, curata dall’Associazione Culturale Occhio dell’Arte. Dal 15 al 30 Novembre i locali della Villa Comunale accoglieranno le opere di illustri artisti di fama nazionale. Ringrazio vivamente il Presidente di Occhio dell’Arte Lisa Bernardini per la grande opportunità offerta, per dare risalto alla figura della donna proprio nel mese a lei dedicato, per presentare al nostro pubblico le eccellenze femminili che si sono distinte nei vari ambiti culturali dando un grandissimo contributo sociale.

“Storie di donne” ospita da sempre, oltre ad una serie di premiazioni, anche  una exhibition artistica, che quest’anno sarà curata dalla storica dell’arte e critica Loredana Finicelli, con cui l’Occhio dell’Arte ha stretto una collaborazione professionale particolarmente proficua sotto il profilo della ricerca della qualità critica. Il titolo della mostra – “TRIBUTE TO WOMAN” –  richiama, infatti, il tema portante dell’esposizione che vuole essere uno straordinario “tributo alle donne”, a quell’universo femminile così variegato, fonte di ispirazione di innumerevoli capolavori artistici.

La condizione indispensabile per partecipare alla mostra  è ogni anno  il vincolo tematico; le opere devono in qualche modo richiamare il mondo femminile: le opere, siano esse figurative o astratte, paesaggi, installazioni, fotografie, devono recare un rimando al tema delle donne e della loro natura. Il tema puo’   essere presentato sotto forma di richiamo letterario, mitologico, ma anche metaforico. Gli artisti prescelti sono stati  quindi   invitati a riflettere su questo argomento e ad elaborare un’opera centrata su questa tematica, secondo il linguaggio e la tecnica preferita. L’esposizione nella edizione 2017  a cura della dott.ssa  Finicelli ha un bellissimo catalogo, visionabile il giorno dell’inaugurazione, ed ospita  un’opera del celebre pittore figurativo oramai scomparso, Mario Russo; sarà inaugurata dalla figlia, l’attrice Adriana Russo, cui spetterà il taglio del nastro  insieme all’Assessore Sementilli. Una serie di artisti scelti dalla curatela critica rappresenteranno autorialmente la figura e la tematica femminile tra Fotografia, Pittura, Scultura. Un prestigioso  Premio alla Carriera verrà assegnato nel giorno dell’inaugurazione alla Docente universitaria dell’Università La Sapienza di Roma,  Prof.  Rita Caccamo. A presenziare a questo importante momento anche  l’Onorevole  Fabrizio Santori, che si è adoperato per la concessione all’iniziativa del Patrocinio del Consiglio Regionale del Lazio.

Altri Patrocini alla manifestazione sono stati concessi dall’Accademia A.U.G.E. (il Rettore Giuseppe Catapano consegnerà il giorno del varo della kermesse gli attestati di partecipazione agli artisti in mostra ed assegnerà alcuni riconoscimenti) e dall’Annuario del Cinema Italiano & Audiovisivi.

Gli artisti protagonisti di TRIBUTE TO WOMAN (esposizione dedicata alla memoria dell’Artista Albino Ripani in arte ARi, recentemente scomparso) sono  Francesca Bonanni, Mara Brera, Ester Campese, Gabriella Cesca, Gionata Copparo, Mario D’Imperio, Antonio Di Bianca, Barbara Leggieri, Lina Morici, Judith Offord, Emanuela Pisicchio, Daniela Prata, Cleofe Ramadoro, Cristiana Ricciotti, Marina Rossi, Beatrice Russo, Leonardo Serafini, Paolo Veneziani, Nicoletta Vitali, Paola Zucchini.

Maestri ospiti: oltre al compianto Mario Russo, che sarà rappresentato da una sua celebre tela, lo scultore Valerio Capoccia, che esporrà la sua meravigliosa “Dea Nera”.

Storie di Donne” e’ un progetto culturale (anche interculturale) senza scopo di lucro che ha come fine il raggiungimento di un omaggio spontaneo al Mondo Femminile nelle sue variegate e molteplici sfaccettature; un inno  visivo e sensoriale che possa essere semplice narrazione di esistenza quotidiana oppure sottolineatura di profondità introspettive oppure testimonianza di amore per il mondo femminile. Si vuole al contempo porre l’attenzione, attraverso una tematica attuale che si apre a numerose interpretazioni anche sociali, sull’importanza delle possibilità espressive, estetiche, comunicative e costruttive dei vari elaborati artistici,nel parlare di Contemporaneità. Tante novità attendono gli amanti dell’Arte e della Cultura, che potranno accedere liberamente alla mostra a Frosinone, fino alla fine del mese di Novembre. L’Occhio dell’Arte festeggerà così, con l’esposizione di  TRIBUTE TO WOMAN,  anche la giornata internazionale contro la Violenza Femminile.

La chiusura della kermesse si svolgerà per il secondo anno di seguito ad Anzio, il prossimo 1° dicembre,  a Via Nettunense Km.. 31.500 angolo Via Giove nr. 1, con la collaborazione dell’imprenditore locale Mauro Boccuccia che organizzerà nel dettaglio la cena-evento presentata da Anthony Peth, in cui verranno celebrate figure femminili di rilievo.

Oltre alle imprenditrici  Alessandra De Simone (settore agricoltura) e Maria Di Prato (biotecnologie) segnalate dalla AISL_O  e dalla sua Presidente Maria Grazia De Angelis, che effettuerà anche le premiazioni relative,  protagoniste saranno altre figure femminili indicate direttamente dalla direzione artistica della manifestazione: Anna Maria Massidda (settore estetico), Loredana Rea (storia e critica d’arte), la giovanissima siciliana Marta Barrano (miglior talento giovanile nel canto).

Grandi presenze della serata sono altri due nomi, che non hanno bisogno di molte presentazioni: Silvana Giacobini (Premio per L’Editoria), premiata direttamente da Lisa Bernardini,  ed Imma Battaglia (Premio Speciale Cultura), premiata dalle mani di Maria Laura Annibali, attuale Presidente Di’Gay Project.

Il primo dicembre verrà anche consegnato dal Photofestival Attraverso le pieghe del tempo alla produttrice Carlotta Bolognini un prestigioso Premio Cinema alla memoria a Mauro Bolognini, suo celebre zio.

Ospite letterario il volume “Angelina e le altre” di Alfonso Bottone – Editore Letteratura Alternativa; nel corso della cena, infine, saranno assegnate dal Prof. Luca Filipponi alcune opere grafiche dallo Spoleto Art Festival.

A “Storie di Donne”, quest’anno più che mai, verrà celebrato l’universo femminile e si ascolteranno testimonianze ed opinioni; si avvicenderanno infine  le varie premiazioni previste con i momenti musicali affidati a Marta Barrano Deborah Xhako. Accogliere le testimonianze di tutte queste donne combattive e volitive sarà  momento intenso dell’evento e per tutti gli astanti profonda celebrazione della Cultura e del mondo femminile, ricordando anche le numerose lotte  civili che il pianeta Donna ha dovuto affrontare nel corso del tempo.

Ulteriori info: storiedidonneblog.wordpress.com

Responsabile Comunicazione:  Occhio dell’arte e bumbi mediapress

occhiodellarte@gmail.com – 347/1488234

Questo slideshow richiede JavaScript.

Annunci